Vuoi scriverci tu? Fallo!





Il tuo nome (obbligatorio)

La tua email (obbligatoria)

Oggetto

Il tuo messaggio

Rispondi alla domanda (verifica anti-spam)

Lettera aperta al sindaco Mauri: tornano a parlare gli abitanti di via Nuova Cotoniere

Dopo le diverse segnalazioni (e una piccola vittoria), tornano a parlare i cittadini di via Nuova Cotoniere sull’ancora attuale e spinosa situazione che li vede tristi protagonisti: lo scavo lasciato indebitamente incompiuto dalla ditta De Cola.
La lettera, indirizzata direttamente al primo cittadino, e già pubblicata sui social network, sottolinea un’ulteriore situazione di degrado di cui gli Angresi sono ancora una volta vittime. Dopo le drammatiche e per nulla nuove segnalazioni di gravosi allagamenti, dovuti a poche ore di pioggia, nelle periferie (e non solo), si consuma in una zona molto più centrale un dramma che sta rendendo la vita impossibile ai residenti del complesso Desiderio.
“Gentilissimo,
in primis Le scrivo per ringraziarla della presenza delle guardie ambientali in via Nuova Cotoniera, le quali si occupano di mantenere un maggiore ordine, punendo i trasgressori. Finalmente, dopo tante sollecitazioni e con la collaborazione tra cittadini e

Amministrazione Comunale, il problema “rifiuti/cassonetti stracolmi” risulta migliorato.
Ora, però, è giunto il tempo di risolvere la situazione relativa allo scavo praticato dalla ditta De Cola, sito nella medesima strada, che versa ormai da anni in condizioni pietose. Molte volte i cittadini Le hanno fatto presente sia sui social, che altrove, la cosa, ma non abbiamo avuto alcun riscontro, né alcuna risposta. Ma è possibile che Lei e il suo entourage facciate finta di non vedere lo scempio che ogni giorno, aprendo la finestra, si presenta sotto i nostri occhi? La invito personalmente a visionare lo scavo e a rendersi conto del cattivo odore che emana insieme alla presenza di insetti, ratti, pattume e altro materiale non identificabile.
Lei, come primo cittadino ha il dovere di risolvere questa situazione così devastante, perché noi, cittadini angresi e condomini di palazzo Desiderio, siamo stanchi di tollerare e sopportare tutto questo.
Dovrebbe essere nella sua coscienza garantire il benessere di noi cittadini, persone corrette che pagano le tasse! Non si dimentichi che lo scavo imbruttisce una strada centralissima di Angri, dove c’è un gran via vai di persone, automobili e quant’altro, Non è di certo un bel biglietto da visita!
Se la Ditta De Cola non ha i mezzi e le capacità per portare a termine quanto aveva preventivato, richiuda lo scavo e saremo tutti più contenti.

Fiduciosa, la prego di intervenire con tutti i mezzi in Suo potere.
Porgo distinti saluti.
Mariella Cuccurullo
.”

Angri’80 si unisce alla speranza dei cittadini della zona tutti, di ricevere risposte dal primo cittadino Pasquale Mauri.

In allegato, le foto di tale scempio.

Antonella Grimaldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *