Vuoi scriverci tu? Fallo!





Il tuo nome (obbligatorio)

La tua email (obbligatoria)

Oggetto

Il tuo messaggio

Rispondi alla domanda (verifica anti-spam)

La ditta LENZA

Chi ha vissuto gli anni del boom delle industrie conserviere ad Angri avrà senz’altro sentito parlare di una delle aziende più antiche impiantate nel paese: quella di Vincenzo LENZA.
Ma ormai rimane solo una labile traccia di quella che fu una delle più grandi fabbriche angresi solo in qualche archivio. Difatti, nell’ambito di una più ampia indagine sulla Prima Guerra Mondiale, in quello della Camera dei Deputati è stato rinvenuto un carteggio che riguarda proprio la Ditta LENZA.
Nello specifico si tratta di uno scambio epistolare concernente una serie di commesse che l’Esercito fece durante la guerra per inviare al fronte i prodotti angresi e chissà che i nostri nonni e bisnonni che presero parte a quel tremendo conflitto non ebbero il conforto di mangiare pomodori, legumi e altri ortaggi della nostra terra!
Tra l’altro, dalle carte in parola si apprende che la latta per la realizzazione dei barattoli veniva fornita dalla Forza Armata e che personale militare della specifica branca (sussistenza e amministrazione) seguiva da vicino con una assidua presenza le varie fasi della lavorazione.
Fra i documenti della pratica vi sono alcune copie della carta intestata dell’azienda in cui compare il marchio di fabbrica con l’annotazione MARCA DI FABBRICA DEPOSITATA e in effetti, andando a verificare la cosa presso lo specifico fondo archivistico conservato nell’Archivio Centrale dello Stato di Roma, si è appreso che la richiesta fu depositata l’11 febbraio del 1913 e la registrazione venne effettuata nel registro generale al numero 13311 il 30 aprile 1914.
Giancarlo Forino
Associazione PanacàA

Il dettaglio di una delle carte intestate della ditta LENZA

L’originale registrato del marchio di fabbrica LENZA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *