Vuoi scriverci tu? Fallo!





Il tuo nome (obbligatorio)

La tua email (obbligatoria)

Oggetto

Il tuo messaggio

Rispondi alla domanda (verifica anti-spam)

Angri è Teatro: va in scena l’innovazione.

“Partire dalla valorizzazione del nostro territorio, e di chi lo abita”, è questo l’obbiettivo principale che si sono prefissate le due giovanissime fondatrici dell’Associazione Tavole Da Palcoscenico Academy, Maia e Iolanda Salvato, professioniste, in qualità, rispettivamente, di attrice e regista teatrale. L’Accademia, che presto sorgerà in via Dante Alighieri 18, e che si aggiunge alle già presenti associazioni giovanili angresi, si propone come punto di riferimento e come spunto per un’esplosiva innovazione, che vede la nostra città protagonista. E’ questo che ha voluto raccontarci Maia, stabiese di nascita, ma angrese d’adozione, quando l’abbiamo incontrata, insieme a Laura Pepe, giovane attrice teatrale angrese, già conosciuta ad un pubblico più esperto.
-Perché avete scelto Angri, per aprire la vostra Associazione?

Maia: “Perché, dopo una breve indagine, ci siamo rese conto che Angri, rappresenta un punto di riferimento per i paesi limitrofi. E questo, insieme alla disponibilità dei cittadini che abbiamo percepito, ci ha spinte a cercare di integrarci nella realtà angrese, perché il nostro lavoro sia soprattutto spunto per valorizzare persone e territorio. E poi possiamo contare sulla collaborazione di Laura, che è angrese e conosce bene la realtà in cui vive.”

– Dunque, Laura, anche tu farai parte dello staff dell’Accademia? Da chi sarai affiancata? E, soprattutto, come sei arrivata al mondo del teatro?

Laura: “L’excursus che mi ha dato la possibilità di partecipare attivamente a questa nuova esperienza è molto lungo: ho iniziato a studiare recitazione mentre ero ancora al liceo, e poi ho continuato parallelamente al mio percorso di Laurea in Lettere Moderne prima, e al Master in Comunicazione ed Eventi poi. E proprio nel periodo dell’università ho conosciuto Maia e Iolanda, con le quali ho iniziato un percorso di crescita professionale ed umana che ha messo basi nella fondazione nel 2010 della compagnia teatrale “Tavole da Palcoscenico”, che affianca e valorizza l’ Accademia. Non è stato facile, il teatro è fatica e dedizione, ma è un percorso che mi ha regalato infinite soddisfazioni e, per citare Iolanda, “il teatro è una vocazione: non lo scegli, ti sceglie!”. Per il momento, oltre a rivestire il ruolo di attrice e di aiuto regia, mi occuperò della comunicazione, delle pubbliche relazioni e dell’allestimento degli spettacoli dell’Accademia. Mi sento particolarmente lusingata a far parte di questo team, perché affiancherò professionisti di primo livello: le stesse Maia e Iolanda hanno curriculum che lascia trapelare una formazione, ormai, molto rara nel mondo dello spettacolo. Hanno collaborato, con personalità del calibro di Gianfelice Imparato, Marina Confalone, Nando Paone, Gianni Ferreri, per quanto riguarda Maia, anche Antonio Casagrande che è stato il suo scopritore. Iolanda, invece, laureata al DAMS nel 2005, ha collaborato con registi come Armando Pugliese, Ruggero Cappuccio, Maurizio Panici, Luca Zingaretti e ha diretto attori come Lello Arena, Roberto Herlizka, Massimo De Francovich, Luisa Ranieri, Erika Blanc, Tosca D’Aquino, Gaia De Laurentiis e tanti altri. Ma non siamo sole, con noi c’è Renato Giordano, attore e regista teatrale, che ha lavorato in RAI, affiancando Carlo Conti, Pippo Baudo, e che ha diretto attori come Carlo Delle Piane, e tanti altri ancora. Giordano ricoprirà la figura di Direttore artistico, e che già adesso ricopre per un musical del circuito nazionale. Dal prossimo febbraio, infatti, sarà impegnato con lo spettacolo “Diva” che ebutterà al Teatro Luna, di Milano. Sicchè la nostra accademia propone anche stages e si fa garante di provini e casting proprio in questi ambiti, non escluderei la possibilità di vedere un angrese sui grandi palchi nazionali! Novità assoluta, poi, per la prima volta nel salernitano, proporremo, oltre a corsi di recitazione,di canto e danza, corsi di arti circensi. Collaboreremo con grandi esperti del settore come Davide Minetti e Francesca Milano, e ancora Sara Pallini, per la recitazione, Igor Petrotti, che è attore, cantante e ballerino, e tanti altri! Vi invito a visitare il nostro sito www.tavoledapalcoscenicoacademy.it , o la nostra pagina facebook “Tavole da Palcoscenico Academy”, dove potete informarmi e conoscere tutti questi grandi artisti e dove potrete essere costantemente aggiornati sulle nostre proposte e sulla nostra idea di didattica.”

-Maia, dalle vostre parole si evince che credete davvero nella collaborazione degli angresi, avete in programma delle attività in cooperazione con l’Amministrazione?

Maia: “Noi siamo aperti e interessati a qualsivoglia collaborazione, e non solo con l’Amministrazione Comunale, ma anche con le altri associazioni presenti sul territorio e alle quali andiamo ad aggiungerci. D’altronde, abbiamo accumulato anche diverse esperienze al riguardo, avendo collaborato con le amministrazioni di Pompei, Scafati (e con loro abbiamo portato il teatro in piazza), Vatolla, un comune cilentano, sede della fondazione Gian Battista Vico con la quale abbiamo collaborato, e dove si trova già una sede della nostra associazione e dove ci siamo riproposti di inaugurare degli stages estivi a partire dal prossimo anno. Ma contiamo anche collaborazioni con grandi associazioni, molto significative e dalla imponente presenza sul territorio, come l’ONLUS “Per il Cuore di Serena”, fondata dall’Avvocato Candeloro Arpaia, volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sempre spinosa questione della donazione degli organi. Con l’Avvocato Arpaia, il quale collabora attivamente con l’AIDO, abbiamo girato le scuole campane, promuovendo il teatro e la solidarietà sociale. Ed è grazie a “Per il Cuore di Serena”, che abbiamo avuto la possibilità di incontrare e di vivere in prima persona le testimonianze di personaggi come Beppe Englaro, padre, si ricorderà, di Eluana Englaro, che da anni si batte per la solidarietà sociale. Ad oggi, che approdiamo ad Angri, ci aspettiamo una florida e solida collaborazione con l’Amministrazione comunale, soprattutto per l’iniziativa “Spettri al Castello”. Proponendo noi una scuola di arti circensi, quale migliore dimostrazione potrebbe essere, per dare prova del lavoro che svolgiamo? Ma non finisce qui: vorremmo, infatti, proporre anche una collaborazione con le scuole angresi. E non vogliamo trascinare i giovanissimi a teatro, col rischio di annoiarli, o di far sembrare loro che sia solo un motivo per saltare la scuola: vogliamo aprirgli il mondo del teatro, portandolo nelle scuole, intrecciandolo con la didattica, e proporre così anche un modo alternativo di fare scuola, e che potrebbe stimolare maggiormente i ragazzi. Proporre spettacoli che lascino loro qualcosa, oltre che dal punto di vista emozionale, anche dal punto di vista istruttivo, come “Sotto Berlino” di Gianni Guardigli, spettacolo che, in qualità di Compagnia Teatrale “Tavole da Palcoscenico”, abbiamo presentato lo scorso febbraio al “Roma Fringe Festival”, riscuotendo un grande successo. L’opera rappresenta uno squarcio sulla realtà tedesca sotto la dittatura di Hitler, ma mettendo in scena una Germania vittima del suo stesso dittatore e per lo più tenuta all’oscuro delle vere intenzioni di quest’ultimo.”

-Come avete intenzione di organizzare le vostre attività? Cosa tratterete? E a chi sarà indirizzata la vostra didattica?

Maia: “Ti rispondo citando il “Manifesto per un nuovo teatro”, di Pier Paolo Pasolini: “il teatro è di tutti e tutti sono del teatro”. Ed è così che noi vogliamo vivere e, soprattutto, vogliamo far vivere il teatro, aprendolo a tutti, dai 5, ai 90 anni, senza alcuna distinzione. Abbiamo intenzione di concentrarci molto sui bambini, anche per stimolarli alla socializzazione e all’integrazione. Ma quasi in contemporanea ci dedicheremo a un corso per la terza età, e a corsi di PUBLIC SPEAKING, per educare la dizione, destinato agli adulti (medici, avvocati, liberi professionisti…), che devono intrattenere un discorso, verso un pubblico vasto. Ma non ci basta, terremo corsi di SCRITTURA CREATIVA, per i quali abbiamo in serbo una grande sorpresa: una grande firma del giornalismo campano, si farà maestro per chi sarà interessato; promuoverò incontri e dibattiti con scrittori emergenti e già affermati. Abbiamo ricevuto già molte richieste anche per un corso di fotografia che prontamente abbiamo attivato. Promuoveremo anche corsi di canto, e con noi, tra le insegnanti, ci sarà anche una delle finaliste di “The Voice”, il programma musicale di RAI 2. Metteremo a disposizione dei nostri associati un fotografo, disposto a realizzare servizi e book, che poi saranno presentati, sempre attraverso il nostro lavoro, per stage e anche lavori, all’interno del mondo dello spettacolo. L’obbiettivo che ci prefissiamo è molto semplice: formare artisti a 360° gradi, e non soffermandoci esclusivamente sulla recitazione, o sul canto. Il nostro scopo è di trovare un talento ed educarlo, perché il talento senza tecnica, è solo talento sprecato. Per questo ci auguriamo che, prima di tutti, gli angresi, e più in generale, il pubblico voglia collaborare con noi, perché si possano raggiungere grandi risultati, e si possa tornare a credere nelle persone, e nei frutti del nostro territorio.”
Antonella Grimaldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *